martedì 17 settembre 2013

Crisi sul mio futuro

Negli ultimi tempi ho dovuto affrontare una grossa crisi con me stessa. Beh... effettivamente l'ho dovuta sopportare soprattutto con i miei, più che con me stessa. Io sapevo cosa volevo in realtà. Mi sentivo solo frustrata perché non potevo fare ciò che ritenevo essere il meglio per il mio futuro.
Le cose sono andate così....
Nel mese di settembre avrei dovuto dare altri due esami alla facoltà di giurisprudenza. In tutto mi mancano 3 esami e la tesi per concludere. Un'inezia, dirà qualcuno... Un'inezia anche per me se penso a quanti e a quali esami ho sostenuto in tutta la mia carriera universitaria. Il punto è che io non credo più che questa sia la mia strada. Tre esami, più tesi per corso di laurea magistrale, mi provocano l'orticaria solo a pensarci!!
Lo scorso gennaio riuscii a superare due esami anche piuttosto complicati solo perché in quel momento non avevo alternative concrete davanti a me. La laurea mi serviva per forza se volevo andare a fare un master di diritto amministrativo a Milano. Poi a febbraio è arrivato il lavoro, una strada alternativa e concreta che mi piace. Sì, io ho trovato una cosa che amo fare e che voglio fare. E su questa cosa voglio costruire il mio futuro. Desidero concentrare tutti i miei sforzi e le mie risorse per questo progetto. Ho scoperto che ci sono diversi master inerenti a ciò che faccio e potrei tentare ad accedervi anche con la laurea in lettere (che ho già).
Mi ero già messa in testa di andare a fare il test di ammissione alla Statale di Milano, avevo già inoltrato l'iscrizione (avrei poi dovuto perfezionarla).. Ma mi sono dovuta fermare davanti all'opposizione dei miei! Che vogliono a tutti i costi che mi laurei in giurisprudenza (perché non posso gettare tutti i sacrifici miei e loro fatti in questi anni, perché sono quasi alla fine e sarebbe una specie di eresia)... Come dar loro torto?... Quasi tutti hanno appoggiato il loro pensiero (che è quasi inattaccabile, c'è da dire), pochissimi hanno capito le mie ragioni.
Sta di fatto che mi ero arresa. I miei mi hanno promesso sostegno per il dopo laurea (e a me servirà all'inizio, purtroppo). Mi hanno promesso pieno appoggio quando deciderò di andare a fare il master a Milano ma prima devo prendermi quella benedetta laurea! Altrimenti niente, guerra in casa!
E così ieri sono andata in facoltà per sostenere un esame. Vabbè, sono stata anche un po' sfigata con assistenti e domande... ma alla fine l'esame non l'ho superato. Morale a terra, depressione a mille, rabbia e frustrazione...
Poi arrivata a casa l'illuminazione! Se faccio il passaggio al corso di laurea triennale devo solo dare la tesi, perché ho già sostenuto tutti gli esami dei primi tre anni! Il 16 settemrbe è proprio l'ultimo giorno per inoltrare domanda, la faccio al volo... Ora devo attendere solo fino al 15 ottobre, giorno in cui saprò se l'hanno accettata...
I miei sono sollevati, non getterò alle ortiche anni di fatica, non dovrò sostenere gli ultimi 3 esami, dovrò fare una tesi più semplice e breve, avrò più tempo per dedicarmi a ciò che voglio fare, avrò modo di organizzare con calma e bene il trasferimento a Milano, potrò mettere da parte dei soldi per cercare di cavarmela da sola il più possibile...
Insomma, alla fine tutti felici e contenti :-)

Qualcuno mi ha detto che la cosa più straordinaria di questa crisi... è che io penso al mio futuro! Cioè, io.... Io ho avuto la forza di pensare ancora che avrò un futuro, quando ci sono stati giorni della mia vita in cui ero imprigionata in un eterno presente. Eh già...

4 commenti:

  1. Che bello sentirti! E così piena di progetti! Barbara, sei così giovane, avrai tempo per fare tutto e, siccome sei una "personcina" determinata (chi può dire il contrario?) lo farai anche bene.
    Ma quando andrai a Milano, ci abbandonerai?
    ;)Enrica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vi abbandonerò mai finché sentirò l'esigenza di scrivere su queste pagine :-)
      un abbraccio

      Elimina
  2. Sono felice che tu abbia trovato una soluzione che fa contenti tutti, ma soprattutto che soddisfi te...
    E' strano come si pensi sempre agli altri nonostante ciò che si è passato, bisognerebbe essere un po' più egoisti, nn credi???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In questo caso ho tentato di essere egoista ma i mezzi che ho a disposizione al momento non mi permettono di esserlo fino in fondo. La vita è anche compromesso a volte...

      Elimina