domenica 29 settembre 2013

Ancora sul contrast enhancement

Qualche tempo fa ho raccontato, in ben due post (POST 1 e POST 2), la mia esperienza personale con il contrast enhancement. Accertato con l'ecografia che quello rilevato dalla risonanza magnetica fosse un po' di liquido dovuto ad un'infiammazione (esperienza assai comune quando si tratta di protesi mammarie), l'oncologa mi aveva suggerito di ripetere a breve sia ecografia sia risonanza magnetica. Mi aveva anche suggerito di contattare il chirurgo plastico che aveva eseguito l'operazione. Ebbene, anche il chirurgo plastico si è espresso in tal proposito, concordando con l'oncologa.
Detto fatto. A dicembre mi toccherà sottopormi ancora ad ecografia e a risonanza magnetica. Non ho ancora ben capito cosa possa comportare una situazione di questo tipo (forse quello che viene impropriamente definito "rigetto" della protesi?!). Durante i controlli di dicembre chiederò spiegazioni. Per il momento vivo serena perché ho capito che comunque non si tratta di una faccenda che mette in pericolo la mia salute in modo serio o peggio ancora la mia vita.

Nessun commento:

Posta un commento