martedì 7 maggio 2013

Il mio timore più remoto

Mancano circa due settimane ai controlli semestrali che effettuerò a Milano. Dico a me stessa e agli altri che sono tranquilla, o che almeno provo ad essere tranquilla. Dentro di me però so bene che non è così.. Il pensiero è costante, torna a battere di continuo lì dove duole. Per quanto mi sforzi di restare serena e di concentrarmi su altro, mi sto rendendo conto di quanto quest'avvenimento mi stia influenzando. E me ne rendo conto perché non riesco a mascherare la preoccupazione e so già che quando non riesco significa che sto toccando il livello di guardia. 
Quello che mi desta più ansia non è il pensiero di ammalarmi di nuovo, una volta che ti becchi il cancro ti consideri malato cronico. La mia preoccupazione maggiore riguarda tutto l'aspetto degli accertamenti, delle cure, dei viaggi, della spesa economica da sostenere, dello stress e della paura che questo causerebbe a me e ai miei genitori... Qualcosa di cui ho già avuto esperienza e che non vorrei più ripetere. 
A tutto questo si aggiunge che da una settimana circa mi sento strana... in un modo che nemmeno io saprei descrivere a parole...

10 commenti:

  1. So che il mio incoraggiamento può essere relativo ma ci provo lo stesso, fatti forza, la tua preoccupazione è normale e chiunque nei tuoi panni si sentirebbe così... non ti chiedo e non è giusto chiederti di vivere questa fase con serenità perche' non è pensabile, usa la tua consapevolezza che ti ha sempre accompagnata in questo percorso e affronta tutto con coraggio come hai sempre fatto!

    Angy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo incoraggiamento sarà pure relativo ma è sempre ben accetto ^^ ti ringrazio di cuore :-))

      Elimina
  2. Forza Barby...i controlli passeranno e ritroverai la tua serenità...siamo Dure...come la roccia!!! Un abbraccio Barbara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero!! Siamo durissime!!! Grazie Barbara e tanti baci <3 <3

      Elimina
  3. Forza non demoralizzarti!!!

    RispondiElimina
  4. Io credo Barbara che hai fatto tanta, tanta strada per arrivare dove sei ma che hai bisogno di qualcuno che ti aiuti a gestire l'ansia. La mia amica, che combatte, o meglio, ha combattuto con una leucemia, fa una grande fatica a gestire i controlli, l'attesa degli esiti, le paure che queste significano. Si è fatta aiutare da uno specialista. A volte credo che sia necessario alleggerire le spalle di pesi eccessivi e dare il carico ad altri, magari anche solo per poco, per riprendere fiato.
    Ti abbracciò forte. Incrocio le dita.
    Raffaella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono affidata ad un aiuto nel momento in cui non riuscivo più a gestire la mia vita e stavo facendo male a me stessa e a chi avevo accanto. Quel periodo è passato per fortuna. Adesso vivo tranquillamente e finché riuscirò a tenere a bada questa piccola ansia (che mi sembra del tutto normale) tenterò di cavarmela da me :-)) un caro abbraccio

      Elimina
  5. Ciao Barbara, credo che siamo tutte sulla stessa barca, dopo un così enorme sconvolgimanto di vita..E'vero ci si sente malati cronici, ed ogni sintomo, ogni dolore non fa che riaprire quelle paure mai dimenticate, ma che abbiamo cercato di accantonare..Pensa che almeno tu sei tornata ad avere una vita normale o quanto meno provi (suppongo)..io ancora sto aspettando di riavere la testa coperta..e sono passati ben 10 mesi dalla fine delle chemio..fin quando non ritroverò i capelli (tutti) non riacquisterò la mia confidenza e non potrò sentirmi "normale"..Sono davvero disperata e sto perdendo le speranze..Tra poco passerò alla lozione per capelli..ma non è giusto!
    Cmq scusa il mio sfogo, ma ho ripreso questo argomento proprio perchè tu sai bene l'importanza per noi donne di avere i capelli..e quanto questo condizioni la nostra psiche ed emozioni..

    In Bocca al Lupo per tutto ;)

    (Fra)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Fra, ma hai provato a rivolgerti a qualche medico esperto in tricologia? Magari ci sono delle soluzioni efficaci da attuare e noi non lo sappiamo. Un grande abbraccio.. e forza!!

      Elimina