lunedì 18 marzo 2013

Siamo quello che siamo stati

Mi sto allenando a non giudicare più le persone, a non etichettare e classificare comportamenti a me insoliti. Mi sto allenando a tutto questo perché ho compreso che dietro ogni nostro atteggiamento, dietro ogni nostro comportamento, nostro pensiero, nostra reazione... c'è un un vissuto che può spiegare e giustificare ogni cosa. Le esperienze del nostro passato ci hanno forgiato e plasmato, fanno parte di noi e ci guidano nella vita di tutti i giorni.
Se conosco una persona da pochissimo tempo o non la conosco affatto, evito di giudicare a priori certi suoi comportamenti o atteggiamenti. Preferisco "studiare" la persona, approfondire la sua storia, cercare le risposte nel suo passato e nelle esperienze che ha fatto. Il più delle volte conoscere questi dettagli mi spalanca le porte per decifrare quasi tutti i perché di una persona.
Provate questo tipo di approccio, per me è stata una piacevole rivelazione.

Nessun commento:

Posta un commento