giovedì 21 marzo 2013

La telefonata che non ti aspetti e che ti sconvolge

Ieri mattina la giornata è iniziata nel peggiore dei modi.
Ho ricevuto la telefonata di una signora che ha fatto chemioterapia insieme a me. Siamo rimaste in contatto e spesso ci sentiamo. Ho notato l'orario insolito della chiamata (8:30) e ho subito immaginato che dovesse esserci qualcosa che non andava. E infatti.. 6 mesi fa, durante i controlli, era tutto a posto; oggi non lo è. Purtroppo ha una lesione al fegato e dovrà ricominciare le cure.
Venire a sapere di quest'ennesimo caso di tumore che parte dal seno e poi, quando credi di averlo sconfitto, si ripresenta altrove... mi ha creato molta ansia. E l'ansia salirà sempre di più dato che a maggio avrò una marea di controlli da fare.
La chiamata di ieri mattina ha ridestato il demone che restava silente dentro di me, quello che mi ricorda sempre come tutto possa ricominciare di nuovo e peggio di prima. E una sola consapevolezza alberga in me: devo godermi la vita e spassarmela più che posso, finché posso.

10 commenti:

  1. Anch'io ho la stessa filosofia di vita. Ormai ogni volta che incontro qualcuno conosciuto in ospedale, scopro che il mostro si è ripresentato altrove. Non so come andrà nel mio caso, ma ho paura che succeda anche a me, non so se lo sopporterei di nuovo. Nel frattempo mi riprendo dall'operazione e cerco di assaporare gli attimi belli della vita. Non ho altra scelta. Incrocio le dita, anche per te ;) Un abbraccio, S.

    RispondiElimina
  2. Purtroppo la paura rimarrà sempre dentro di noi...................concordo cn anonimo dobbiamo assaporare glia attimi della nostra vita

    RispondiElimina
  3. ..vero la paura c'è e ci sarà sempre..la cosa peggiore sarebbe che il dramma si ripresentasse prima ancora di aver riassaporato la normalità di cui si è stati privati durante il periodo nero della nostra vita..Io personalmente ancora non mi sento tornata alla normalità, ne comincio appena ad intravedere uno spiraglio.. ma già sono preoccupatissima per altri strani sintomi che avverto in altre parti del corpo..Ora non si può lasciare nulla al caso, ogni dubbio va tolto. Ciò è stressante, angosciante, demoralizzante..si vive temendo. Ma nello stesso tempo ora piu'che mai dobbiamo VIVERE e non di certo sprecare il nostro tempo ed energie soffrendo per cose minori..perchè ora noi sappiamo bene quali sono le cose veramente importanti nella vita!
    Auguri a tutte! e che mai piu'la parola cancro entri nelle nostre vite!..
    (Fra)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fra hai descritto alla perfezione lo stato di tutte (o quasi) noi. Quoto ogni tuo singolo pensiero, come se fosse il mio. Un abbraccio

      Elimina
  4. Oh mamma, povera! Una signora operata con me dopo 6 mesi dall'operazione e dalle cure, le hanno trovato un tumore al fegato avanzato. Non centra niente con il tumore precedente, ma è stato un duro colpo per la, ma anche x chi come noi ha condiviso la stessa strada per un periodo della ns vita.
    Un abbraccio alla tua amica e anche a te

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh io stessa ebbi una recidiva al seno a soli 3 mesi dall'operazione... Ma andiamo avanti! Quello che sarà sarà e lo affronteremo con grinta ^^ un abbraccio carissima!!

      Elimina
  5. La paura che fa parte ormai della vita non deve impedirci di continuare a vivere serenamente...Io ho fatto i controlli da poco e fortunatamente sono andati bene...Ma che stress ogni volta...l'attesa dei risultati rievoca quel mostro che ha lasciato una ferita sempre aperta...Vi abbraccio tutte;Barbara ti leggo sempre, sei davvero in gamba...Un bacione, siamo dure come la roccia, Barby

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero vadano bene anche a me, così mi tolgono il port ^^ un abbraccio con tantissimo affetto

      Elimina