mercoledì 20 febbraio 2013

Cronaca di una giornata universitaria

19/02 ore 13

Manca un'ora all'inizio dell'esame. Quell'esame di diritto commerciale 2 che non ero riuscita a sostenere nel mese di settembre 2012 (QUI IL RACCONTO).
Sono in piedi dalle 4 di mattina, in aula dalle 8... E l'esame inizierà alle 14. Cinque ore trscorse a ripassare, con la speranza di essere promossa e di marcare -3 al numero di esami che restano per la laurea.
Ho paura. Ho tanta paura di essere bocciata e di dover preparare di nuovo questo esame che non sopporto. Odio la materia ma penso di aver studiato molto. Forse ho studiato anche di più rispetto aquanto avevo studiato per diritto processuale penale. Il mio obbiettivo, come sempre, è superare l'esame, non importa con quale voto. Firmerei all'istante anche per il 18! Firmerei all'istante per quattro 18 di fila se me lo proponessero!! Mi sono davvero rotta le scatole dell'università, voglio concentrarmi sul lavoro e su altre occasioni che si presenteranno.

Sarei dovuta arrivare in facoltà alle 12:30 ma oggi c'è sciopero dei mezzi pubblici a Roma e quindi ho dovuto cambiare il mio programma. Tra l'altro ho scoperto solo ieri, e casualmente, dello sciopero. Se non avessi letto la notizia (che non è stata affatto pubblicizzata!!), sarei rimasta fregata e probabilmente non sarei riuscita a raggiungere la facoltà per sostenere l'esame. Ma caso ha voluto che la notizia giungesse a me :-)
Dico con molta sincerità che proprio questo evento fortuito e apparentemente casuale mi ha spinto a partire e a fare l'esame. Quando ho saputo dello sciopero e quando ho capito che l'unico modo per evitarlo era di partire alle 6 di mattina, ho iniziato a pensare che forse sarebbe stato il caso di rimandare tutto alla sessione estiva. Poi mi sono detta: "Devo fare l'esame! Tutto si è sistemato in modo che io possa raggiungere Roma! Devo farlo e andrà bene!". E con questo pensiero ho spronato me stessa a prendere il treno e a partire.

La giornata è stata lunghissima e sono riuscita a tornare a casa solo alle 21. Praticamente quasi 24 ore in piedi, stress fisico e psicologico enormi. Però ho superato l'esame, ho segnato -3 alla laurea, adesso mi prepraro a partire per Milano e a divertirmi... E dal mese prossimo penserò alla tesi!

2 commenti:

  1. Congratulazioni per il tuo esame!!! Anch'io mi rimprovero spesso per l'università! Tra il lavoro prima, e la malattia ora... a 33 anni devo ancora laurearmi e non vedo l'ora di finire i miei esami appena la malattia mi permetterà di avere la concentrazione giusta per farlo! Sarà il mio obiettivo della mia nuova vita ;) E dire che prima della malattia volevo rinunciare! Forse qualcosa di buono la "bestia" me l'ha data. Un abbraccio, S.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io non vedo l'ora di finire. Non ne posso più!!!! :-)
      Un abbraccio cara

      Elimina