sabato 13 ottobre 2012

Momento sereno

Posso affermare con una certa dose di sicurezza che sto vivendo un buon momento. Sono piuttosto serena, ho riorganizzato la mia vita e messo in chiaro i programmi da seguire e i progetti a breve termine da realizzare. La mia vita di relazione ne ha tratto beneficio e i miei scorci di solitudine e tristezza durano sempre meno. Sì, uno dei sintomi che rivelano il mio momento di equilibrio è proprio questo: la durata del periodo "no", sempre più breve quando capita. Fino a qualche tempo fa esistevano i giorni no, poi sono passata al giorno no. Ora sono ai momenti no, fenomeno assai normale nella vita, di chiunque. Non penso possa sbarazzarmi totalmente di loro, non sarei più umana. Posso però impegnarmi a ridurne la frequenza e a controllarli quando arrivano.
Il viaggio fatto la settimana scorsa ha senza dubbio contribuito a risollevare il mio umore, a donarmi nuova energia e carica positiva. E' proprio vero che a volte basta staccare anche solo per pochi giorni per ottenere un beneficio di gran lunga superiore. Io sono tornata sentendo dentro di me una forza rinnovata, nuova linfa vitale che mi scorreva nelle vene.
Durante il viaggio a Venezia ho anche iniziato a ricordare i sogni con una certa frequenza. Almeno avrò qualcosa da raccontare alla psicologa e non le rovinerò il metodo di lavoro. Al momento ho un paio di cartucce oniriche da sparare e un bel po' di materiale da analizzare. Chissà cosa ne ricaverà...
L'altro sintomo positivo che conferma il mio momento sereno è che non penso più ossessivamente e continuamente alla malattia e a tutto ciò che mi ha causato. Un bel passo avanti, non di poco conto. Vivere con questo pensiero martellante nel cervello è una tortura, impastare sempre i medesimi crucci è lavoro logorante per la psiche e per il fisico. Liberarsene è una grande conquista per il livello qualitativo della vita.
Ho numericamente falcidiato anche i post dedicati al racconto del mio ultimo anno terribile. In effetti mi resta ben poco da illustrare per quanto riguarda la mia passata esperienza ospedaliera con la malattia. A breve completerò il percorso, in modo che possa continuare a raccontare quello che accade di volta in volta. Augurandomi di raccontare solo cose belle :-)

2 commenti:

  1. Visto che non sei più presente sul "noto social network" ti dedico qui il mio nuovo personal best nella mezza maratona!!!
    Half Marathon Lago D'Orta
    21k @4'31"/km

    Un bacio!
    M.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Così mi sento doppiamente onorata, perché sei passato sul mio blog e perché mi hai fatto questa dedica!! Lo ammetto, uno dei pochissimi motivi per cui mi manca Facebook è proprio questo, la tua dedica del personal best ^^
      Complimenti!! Chissà che un giorno io non possa dedicarti i miei eh eh
      Bacio!!

      Elimina