domenica 9 settembre 2012

Io, reduce

Sono un reduce di guerra.
Torno a casa dopo mesi trascorsi a salvare una vita di cui, ad un certo punto, ho smesso di conoscere il valore.
Sono un reduce che ha sognato così tanto questo ritorno, da averlo svuotato di ogni senso. Quasi l'averlo desiderato insistentemente l'avesse consumato, fino a farlo dissolvere.
Lo stesso effetto di quando hai così tanta fame da non riuscire a mangiare. Paradossale.
Sono un reduce che la guerra ha trasformato in disadattato, in insofferente creatura che abita un luogo che non riconosce più come familiare.
Sono un reduce succube della tristezza che vela gli occhi. Quegli stessi occhi testimoni di atroci scenari, occhi ormai avvezzi ai liquami della guerra.
Io, reduce straniato, soldato di trincea che non so più vivere nella normalità della pace.
Io, soldato che ha combattuto la guerra attorno a sé e non é in grado di affrontare la guerra dentro di sé.

6 commenti:

  1. Se una reduce ed una grande grande combattente!!! (m)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :-))
      A volte mi viene da dubitarne ma faccio del mio meglio

      Elimina
  2. Ci vuole solo altro tempo e altra pazienza e ti sentirai una reduce vittoriosa =)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ormai sono abituata alle battaglie. La guerra finirà prima o poi :-)
      Un abbraccio anche a te

      Elimina
  3. Anch'io ho passato la tua esperienza e so quanto è difficile superarla. Tanto si.. ma non è impossibile.
    Barbara vorrei tanto leggere invece che ti vuoi bene, che sei ottimista e che, nonostante tutto, sei determinata e serena.
    Ti aiuterebbe tanto a vincere, aiuterebbe tanto anche chi ti sta intorno e ti vuole bene.
    Ce la puoi fare. Daje!
    Un link per te, una bella canzone dei Marillion.
    http://www.youtube.com/watch?v=iS7E6jKl840

    Claudio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Claudio,
      la voglia di lottare, di essere ottimista, di farcela.. ci sono in me. Altrimenti non starei qui a scrivere su questo blog, che per me è sfogo e liberazione. La maggior parte del tempo io sono ottimista ma al momento realizzo anche di attraversare un periodo non facile e quando mi sento triste, giù di morale.. scrivere i miei sfoghi sul blog è utile per esternare dei sentimenti negativi che altrimenti si accumulerebbero, tossicamente, dentro me. Ma credimi, la voglia di farcela è tanta. Mi manca la mia serenità e voglio riconquistarla.
      Grazie per la canzone, un abbraccio ;-)

      Elimina