martedì 4 settembre 2012

Giornata tra alti e bassi

Altra giornata strana per me. Iniziata nel peggiore dei modi, a barcamenarmi tra malinconia, tristezza, senso di vuoto, insoddisfazione e pensieri orrendi che non facevo ormai da tanto. Voglia di piangere e di lasciar scorrere il tempo al ritmo delle mie lacrime. Arrancante e schiacciata tra frustrazione e dolore a cui non so dare un'identità.
Come se non bastasse, nel pomeriggio ho trascorso un'ora e mezza nello studio della mia dentista, per mettere l'apparecchio ai denti. Già avevo poca stima del mio attuale aspetto fisico... Adesso è arrivato il ko finale per stendermi definitivamente. Poco male, penso a quando lo toglierò e avrò dei denti e un sorriso migliori di adesso. Mi consolo così. E' giusto che io mi consoli così.
Terminata la seduta dalla dentista, sono andata al centro commerciale con mia madre. Ho fatto acquisti sportivi: abbigliamento da runner! Nonostante il crollo psicologico di questi ultimi giorni, infatti, non ho abbandonato il mio obiettivo per il 2013 e sto preparando ogni cosa per la partenza del progetto Avon Running. Ho anche raccolto informazioni su come accedere agli impianti sportivi del Coni di Formia (sono rimasta folgorata dalla pista di atletica, dopo averla vista qualche settimana fa!!) e domani contatterò l'associazione sportiva con cui farò il tesseramento.
Terminati gli acquisti da runner provetta, io e mia madre ci siamo dirette verso l'uscita del centro commerciale e... non ne siamo uscite!! Perché all'esterno si stava scatenando la furia bestiale di un acquazzone che aveva tutta l'intenzione di scaricare su di noi due mesi di arretrati di pioggia... Così, abbiamo deciso di tornare al piano superiore del centro commerciale e di cenare al ristorante, nell'attesa che l'acquazzone si fosse stancato di infierire su di noi e si spostasse altrove.
Mi ha fatto bene trascorrere questo pomeriggio con mia madre. Lei non me l'ha detto, lei non mi ha chiesto nulla. Ma dentro di me sapevo che aveva capito il mio bisogno, l'ho letto nel suo sguardo.
E poi per tutta la giornata ho avuto "al mio fianco" una persona che ha cercato di smuovermi in tutti i modi, di parlarmi come solo lei è in grado di fare, la sorella che non ho mai avuto. E' stato soprattutto grazie a lei se ho concluso questa giornata malinconica con il sorriso. Adesso un po' di lettura, un bel film e poi a dormire... Domani se le condizioni atmosferiche me lo consentiranno, andrò a Gaeta per un'altra sessione fotografica e poi voglio contattare l'associazione sportiva per iniziare le pratiche del tesseramento.

Pista di atletica del Coni, Formia

2 commenti:

  1. La piogge seppur infernale ci da la speranza che dopo ci sarà la quiete!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A volte la pioggia è inquinata e bisogna ripulirla. Poi si sta meglio ;-)

      Elimina