sabato 15 settembre 2012

Attacco di panico

Stanotte verso 00:30 sono tornata a letto. Nemmeno un minuto dopo ho avuto come la sensazione di non riuscire a respirare, sudavo freddo, il cuore batteva correndo come un cavallo imbizzarito, mi sembrava che le braccia e le gambe formicolassero. Il tutto è durato circa mezz'ora e non so ancora come non abbia fatto a non chiamare mia madre per avvertirla del mio malore. Mezz'ora. Trenta minuti terribili in cui credevo di morire, che stesse per colpirmi un ictus o un infarto. Mezz'ora di fiato che mancava, di cuore che palpitava impazzito, di denti che battevano per la paura.
E poi niente. Dopo mezz'ora tutto è svanito. Sono crollata sul letto e mi sono addormentata, sfinita.
E stamattina ho dato un nome a tutti questi sintomi: attacco di panico...
Attacco di panico... Arrivato mentre ero tranquilla, mi accingevo ad andare a dormire. Piombato all'improvviso, senza apparente motivo, senza una causa scatenante cui possa attribuire la colpa.
Un attacco di panico a cui non voglio dare alcun peso per il momento, sperando si sia trattato di un episodio isolato...

Nessun commento:

Posta un commento