martedì 28 agosto 2012

Scalare il monte per arrivare alla vetta

Stamattina sono tornata a Gaeta per fare altre foto.
Il clima e il cielo erano troppo invitanti per restarsene a casa e io ero rimasta parzialmente delusa dalla mia ultima sessione di fotografia: il cielo era nuvoloso e il Golfo non appariva in tutto il suo splendore. Inoltre desideravo assolutamente andare al Tempio di San Francesco e scattare da lassù. Il Tempio si trova su una parte alta del paese e pregustavo già il panorama che mi sarei goduta una volta arrampicatami fin là!
Sono arrivata a Gaeta piuttosto presto. Durante il "viaggio" ho respirato a pieni polmoni l'aria frizzante che sapeva di assaggio autunnale, ho percorso le strade assaporandone il traffico scarso di fine estate. Ho parcheggiato di fronte ad un giardino comunale e mi sono rivolta al mare. E lui era lì, di fronte a me: maestoso, calmo, limpido e azzuro. L'orizzonte e il cielo chiari, baciati dal sole e al riparo da nuvole indiscrete.
Terminata la sessione fotografica sul molo, ho inziato la scalata per raggiungere il Tempio di San Francesco. Avrei potuto arrivarci in scooter ma ho preferito camminare a piedi. Amo passeggiare e ho patito così tanto il periodo in cui faticavo a farlo, che adesso sarei capace di andare a piedi anche per 15/20 km :-D
Ho douto percorrere un bel tratto di salita e parte di essa era composta di scale. Mentre camminavo però, sentivo una felicità straordinaria dentro di me e più passi compivo più la mia gioia cresceva: perché ero in grado di spingermi fin lassù con le mie gambe, perché procedevo a passo spedito e non restavo senza fiato, anzi.. Ma quando sono arrivata sulla terrazza del Tempio è stato il panorama a mozzarmi il fiato: l'intero Golfo di Gaeta si stendeva lussureggiante davanti ai miei occhi e da quell'altezza io lo possedevo tutto quanto.

Nessun commento:

Posta un commento