martedì 10 luglio 2012

Obiettivi per il 2013

Prima di cominciare la chemioterapia pedalavo alla grande sulla mia cyclette. Musica giusta nell'iPod e via! 30/40 minuti, quasi tutti i giorni, chiudendo con una bella media.
Credevo che ci avrei impiegato diversi mesi per tornare ai livelli pre chemio. Credevo che, saltata in sella dopo 6 mesi di stop, avrei dovuto ripartire pian piano per ottenere le performances fantastiche di quando stavo bene. E invece, con mio grande stupore, inaspettatamente e magicamente, non appena il mio emocromo è tornato alla normalità, son saltata in sella e.... Mi è sembrato che in realtà quella lunga pausa non ci fosse mai stata!!! Il fiato c'era, nessun dolore muscolare, gambe che giravano alla grande!!! Volevo piangere di gioia!! E poi mi son detta: "O è così che deve andare o io sono un mostro e son diventata indistruttibile!!!" Mi piace pensare che la seconda possibilità possa essere la più plausibile :-)))
Non appena l'emocromo è tornato stabile ho smesso di camminare come una lumaca affetta da handicap. I momenti in cui restavo senza fiato per una misera salita erano ormai alle spalle. Non avrei più provato compassione per me stessa, che in strada venivo superata anche dalle nonnine novantenni, che in confronto a me sembravano maratonete professioniste!!
E adesso che sono tornata in forma?
Trascorrerò l'estate ad allenarmi sulla cylette. E non appena questo caldo infernale terminerà, seguirò il programma suggeritomi da un mio carissimo amico e... inizierò a correre!! La guida s'intitola "Come diventare un runner" e in 2 mesi dovrei essere in grado di correre per 10 km in circa 60 minuti. Lui mi ha suggerito di saltare alcuni dei passaggi della guida, dato che non sono proprio a zero a livello di attività fisica e allenamento.
E tutto questo perché lo faccio?
Prima di tutto perché muoversi e fare attività sportiva è salutare. Poi perché mi piace. Perché sono stata incoraggiata in tal senso dai miei medici (anche se prima della malattia già facevo attività fisica). E perché mi sono prefissa l'obiettivo di partecipare alla Avon Running 2013 a Milano e alla Race for the cure (di Roma o Bologna, deciderò). Let's go!!

2 commenti:

  1. Io ci ho messo di più a riprendermi dalla chemio, solo ora a distanza di 8 mesi comincio a vedere la luce ed anche io ho ripreso ora un po' di attività fisica, intanto col nuoto. Sono asmatica da sempre, reduce da una polmonite e la radio mi ha lasciato al momento un'insufficienza respiratoria. Non ho mai corso in vita mia e prima del cancro avevo sempre pensato che non sarei mai riuscita a farlo.... invece la prima cosa che ho chiesto al mio istruttore è stata di mettermi in grado di sostenere una corsa per esserci a Race for the cure di Roma. Dopo quello che ho passato mi sembra di poter sostenere qualunque sforzo....Elsa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno io ho mai corso prima cara Elsa però quando stavo male ho ripromesso a me stessa che avrei preso parte a delle running. Adesso che sto bene fortunatamente, ho iniziato la preparazione, decisa a mantenere la promessa. Per me stessa. Un abbraccio ;-)

      Elimina