domenica 15 luglio 2012

Il viaggio della speranza

E un bel giorno l'inconscia consapevolezza della morte smette di restarsene in silenzio. Inizia a parlare, ad urlarti nelle orecchie. Si siede sulle tue ginocchia. Impone la sua presenza e tu devi farci i conti prima di trovare la forza per alzarti e farla cadere a terra.Il paradosso di quando ti colpisce un male che ti fa temere la morte è che sì, smetti di credere che ci sia un futuro per te, ma per contro inizi a fantasticare su tutte le cose che vuoi fare quando starai bene.
Io avevo iniziato a non vedere più il giorno della mia laurea, il giorno in cui avrei iniziato il master e poi il giorno in cui avrei fatto il mio debutto nel mondo del lavoro...
Ma poi pensavo che non appena sarei stata bene avrei voluto fare un viaggio. Sarei voluta tornare a Venezia. Vi ero già stata nel 1999 e mi ero ripromessa di andare ancora.
Non riesci più a concepire i progetti a lungo termine ma riesci invece a voler programmare qualcosa di piacevole che possa avvenire a breve scadenza. Pensare che avrei potuto fare quel viaggio mi permetteva di sentirmi viva. Di darmi speranza. Avrei potuto ancora permettermi di viaggiare.
Pensavo: "La prima cosa che farò quando tutto passerà, sarà un bel viaggio!". Alla fine non era nemmeno importante dove. Qualsiasi meta sarebbe andata bene. In seguito ho poi optato per Venezia, per il motivo scritto poco fa.
E così, a quasi un anno di distanza, ho prenotato un viaggio per Venezia! Volevo andare con A. Quando stavo male era con lui che parlavo di questo viaggio da fare. Era con lui che volevo farlo. Ma A. ha rifiutato e io ho accettato la sua scelta. Anche se all'inizio mi ha fatto male il suo rifiuto. Ho poi compreso le sue motivazioni, è stato giusto così.
E a breve partirò con una mia amica. Per fare finalmente quel viaggio che avevo tanto sognato di fare quando la morte mi sedeva sulle ginocchia e mi inchiodava a sé.
E ho ripreso anche a vedere il futuro a lungo termine per me, a settembre si ricomincia con gli esami all'università. Voglio laurearmi in fretta e poi conseguire il master in diritto amministrativo. E voglio lavorare. E costruire la mia carriera. E vorrei trovare l'amore...

Nessun commento:

Posta un commento